Home

In ogni caso, fuori luogo.
Anche tu in un certo senso. E il luogo in questione era casa tua, che ti erano cadute le chiavi in un tombino. Ti inviti da me per litigare e io ti porto a una mostra fotografica, per dirti che sei più bella tu di qualsiasi opera d’arte. Le foto fanno schifo e, proprio per questo, ti piacciono davvero.

E non ascolti che dico.

Sali su quel palazzo altissimo – chiedi – ti faccio una foto mentre cadi. Ma finisce che mi prendi al volo, che ti rompo i polsi e devo girarti le sigarette. Finisce che devo tirarmi uno schiaffo al posto tuo e rompermi il mignolo per compensare le promesse.
Mi trascini in mare aperto e io per poco non affogo nel tentativo di essere adeguata.
Non è vero, si toccava ancora.
Una vita in bilico tra i centimetri di troppo e i centimetri di poco.
Respingo i conati, che non abbiamo tempo di fermarci a vomitare. Neanche dopo i litri, i grammi e l’humor più politicamente scorretto che sono riuscita a fare.
Corri, danno di nuovo La vita di Adele in tv: dobbiamo ridere delle scene di sesso, devo prenderti per mano in strada e lamentarmi della gente che ci guarda male.

Dobbiamo andare a letto
che i cliché stancano
e dormire nude
senza aver fatto l’amore.

Homeultima modifica: 2018-12-04T18:51:38+01:00da dem0neyes
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Home

Lascia un commento