Dream

C’è qualcosa di straziante nelle persone, quando hanno la consapevolezza, arriva fin dentro gli occhi – gli occhi si addensano per il pensiero limpido – che non c’è altro, e indovina cosa vincerà alla fine.
Le persone amputate.
È come se avessero troppa poca protezione.
Non c’è niente di strano nel fatto che un cuore senza anticamere non funzioni bene; il contrario sarebbe inquietante. Sei una costruzione che non è fatta per resistere, ma per dimostrare, con tutta la chiarezza desiderabile, che così non si può sopravvivere.
Che tu poi comunque sopravviva, ancora un giorno ancora un giorno.

Se ti sopravviverò, pensavo, diventerai un monumento. Se non ti sopravviverò, lo diventerò io.

Mi alzo, ed è come aprire un foglio consumato, un foglio dimenticato sul fondo di una borsa e trovato un giorno giù al lago, mentre si cerca la mela che si sa di aver perso. Mentre il sole splende freddo nelle prime ore del giorno o la sera tardi.

Che ci faccio qui, penso e so subito che è semplice. Sono venuta perché ricordavo qualcosa come: tu hai sempre noi. E piuttosto velocemente mi sono resa conto che non è abbastanza.
Devo cercare di andare.

Dreamultima modifica: 2020-05-13T22:07:34+02:00da dem0neyes
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento